“Brachetti..che sorpresa!” uno spettacolo adatto per adulti e bambini per far non far dimenticare ai grandi la bellezza di essere piccoli e ai piccoli aver voglia di essere grandi. Si promuove così lo spettacolo teatrale in scena dal 20 febbraio.

Il nuovo spettacolo del famoso trasformista  vede Arturo Brachetti cimentarsi anche nel ruolo dell’attore. Questa volta poi, non è solo sul palco. A fargli compagnia ci sono anche Luca Bono, Luca & Tino, Francesco Scimeni e Kevin Micheal Moore. 

Brachetti..che sorpresa!” può essere definito sia un varietà magico in quanto sono presenti  effetti speciali, giochi di magia e di  prestigio, sia uno spettacolo in quanto basato su una sceneggiatura.

Il file rouge del racconto è una valigia rossa che Arturo perde e dalla quale escono vari animali e oggetti, ma anche le sue tre anime rappresentate da tre personaggi diversi.  Francesco Scimeni: la fame di Arturo, è la sua parte più istintuale e un po’ “folle”. Luca & Tino: la parte divertente e un po’ infantile. Interagiscono con il pubblico e fanno dei piccoli sketch e numeri. Kevin Michael Moore rappresenta la crescita. Ha il compito di condurre Arturo verso la maturità. Luca Bono, invece, ricopre la parte seria e fa dei piccoli trucchi da prestigiatore.

L’ambientazione è simile ai videogames e  realizzata attraverso l’utilizzo di suoni, effetti speciali e video mapping. Arturo, all’interno di questo videogame, deve superare i livelli per raggiungere la maturità e rimettere tutti i personaggi all’interno della valigia.

Questo spettacolo rappresenta per Arturo la sua crisi d’età perché combattuto tra gli aspetti più infantili e quelli più maturi.

Per poterli avvicinare al mondo del teatro, investire su di loro e creare nuove forme di teatro, il casting è composto appositamente da ragazzi. Per favorire l’avvicinamento dei giovani al teatro tutto, ci sono anche spettacoli in mattinata pensati proprio per i liceali.

Lo scorso 1. Aprile ha avuto luogo la Conferenza  Stampa di presentazione al “Teatro Sistina” a Roma, in cui lo spettacolo andrà in scena dal 10 al 26 aprile.

In quest’occasione oltre ad Arturo Brachetti erano presenti gran parte dei membri dello staff. Brachetti ha presentato lo spettacolo e i loro personaggi in modo molto umoristico e divertente. Tutti si sono dimostrati disponibili a rispondere alle domande e curiosità dei giornalisti presenti in sala.

Alla curiosa domanda: “Cosa faresti se ti trovassi agli arresti domiciliari?” Arturo ha risposto che “non avrebbe problemi perché ha nella sua casa ogni stanza un setting completamente diverso per cui non si annoierebbe mai e poi l’aprirebbe al pubblico facendola diventare un parco giochi.

L’attore ha anche spiegato di essere rimasto affascinato dall’utilizzo delle nuove tecnologie all’interno degli spettacoli e nel contempo ha espresso il suo scetticismo. In questo varietà magico sono utilizzati solo per il raggiungimento di uno scopo (come i raggi laser in una battaglia). Quando invece se ne fa un uso eccessivo, lo spettacolo diventerebbe troppo artificiale e artificioso facendogli perdere, paradossalmente proprio il suo aspetto magico.

Leave a comment