Ripercorrere i cinque continenti senza uscire dal Rototom Sunsplash e guidati unicamente dal nostro palato: è la scommessa che l’area ristoranti si prefissa quest’anno con una zona piena di novità per sorprendere e incuriosire il pubblico. Tra le svariate portate, spicca l’incorporazione di proposte come la cucina tradizionale giapponese di Manpukutei, che oltre al sushi di pesce disporrà di piatti tipici nazionali come il Yakisoba, il Yakitori o il Okonomiyaki, oppure provare i cocktail con sake o wasabi. Il pubblico potrà inoltre addentrarsi nei sapori della cucina esotica etiope di Addis Abeba, dove tra le altre specialità si potrà degustare “La injera”, fatta di farina fermentata di teff.

La fusione etnica sudamericana di sapori, odori e textures di I Love Latin Food; la creperìa tradizionale della Bretagna francese Tortas y Crepes, le paste ecologiche e crepes con ingredienti ecologici adatti ai celiaci di Las Mil y Una Lunas; le originali proposte vegane di UVe & Vegan o i panini unici di Dar Ciriola, elaborati con prodotti autoctoni di Roma, sono altre delle novità gastronomiche di quest’anno.

Inoltre si aggiungono alla lista gli affettati di carne 100% BIO di Vaca Negra, con carne di bovino della razza Avileña-Negra Ibérica, alimentato con pasti della montagna del Sistema Centrale; la gastronomia galiziana di Pulpería Galicia o i risotti e pesce con sapore mediterraneo di Balcón del Mar (Grau de Castellón).


Inoltre, la zona del camping disporrà di una zona specifica di Food Truck dove il pubblico potrà gustare le delizie from Normandia di Crepes Triskan, il menù speciale di Hambuguesería Gourmet nº 5 o la selezione si sapori e aromi del mondo di Sr Pitanza.

Tra gli altri locali classici che ritornano all’area del festival troviamo la pizzeria dell’Etrusco, la parillada argentina di Macanudos, la cucina afrosenegalese di Ker África, i succhi naturali di Fruit-Pikers, i sapori della cucina cubana de El Sabrosón, le pizze con forno a legna degli Elfi, la cucina caraibica di Black Temple, pollo arrosto, l’autentico kekab turco, kebab greco e falafel di Shawarma, i gelati e la confetteria artigianale marocchina di El Fantasía, l’esotismo tailandese di Papaya Thai Food, così come la confetteria italiana di Sweet Marel.
 
Thé, birre artigianali e nuove aree musicali
In quanto alle bibite, si potrà degustare l’amplia gamma di infusioni di Yogi Tea, che trae origine dall’antica saggezza india ayurveda di più di 3.000 anni fa per aiutare mente, corpo e spirito, oltre alle birre artigianali di Cannabeer (birra artigianale cannabica di Segorbe),Birra & Blues (Valencia), La Cabala (Montseny) e l’amplia selezione di stand di Cervezas del Mundo.

Nella parte musicale, oltre al ritorno di Juanita Club, che negli ultimi vent’anni si è convertito in una figura di riferimento per gli amanti del reggae in Valencia, quest’anno spicca l’incorporamento dell’emblematico club di Modena (Italia) Vibra, che installerà uno stand speciale, così come la creazione di una nuova area di DJ’s che nasce con lo spirito di convertirsi in uno spazio eclettico dove reggae si fonde black music, soul, funk, latin & brasil jazz o nju funk, entre otros.

 

Leave a comment