Nello scorso articolo vi abbiamo illustrato le caratteristiche di un foodblogger, ovvero la persona che cura, in modo più o meno amatoriale, un diario virtuale dove raccogliere esperienze culinarie e ricette.
Chiunque può, in pochi e semplici passi, aprire un foodblog, non servono attitudini particolari se non passione e desiderio di condividere con gli altri.
Ma andiamo con ordine: esistono innumerevoli piattaforme gratuite dove solitamente è necessario semplicemente iscriversi e fornire le proprie generalità.
Molto spesso i blog di cucina sono ospitati in piattaforme o siti di prodotti che mettono a disposizione uno spazio virtuale dalle caratteristiche anche molto diverse.
Uno tra i più famosi siti che per primo ha offerto tale possibilità è www.giallozafferano.it.
Giallozafferano offre ai suoi foodblogger non solo la visibilità legata ad un nome molto conosciuto per chi si diletta di cucina online, ma soprattutto un supporto ad hoc e innumerevoli occasioni di crescita e di confronto tra i suoi iscritti.
I blog di www.blog.giallozafferano.it sono legati alla piattaforma WordPress, un software che permette una gestione gratuita, semplificata e ampiamente personalizzabile, fruibile anche da persone inesperte e alle prime armi che desiderano approcciarsi alla gestione di un blog, con l’ausilio di strumenti semplici e intuitivi.
Un foodblog può essere semplicemente un diario, un posto dove appuntare le proprie ricette, e nel tempo evolvere in uno spazio più articolato dove raccogliere non solo ricette ma anche esperienze nel mondo della cucina, grazie alle collaborazioni e alle occasioni di crescita che sempre più spesso il mondo culinario mette a disposizione.
Se vi piace cucinare, e cercate un luogo virtuale dove raccogliere le vostre ricette e le vostre creazioni, un blog di cucina può fare per voi, e se un giorno scopriste che vi piace e vi diverte… potrebbe diventare anche un lavoro divertente e dinamico.
Se avete spirito d’iniziativa, intraprendenza e voglia di mettervi in gioco potete pensare di diventare foodblogger, ma sappiate che per essere conosciuti e farvi un nome tra gli appassionati ci vuole impegno e dedizione costante, fatica e forse un giorno sarete ricompensati con un piccolo angolo nel paradiso dei foodblogger!

Leave a comment