Inaugurata il 7 ottobre Mangasia: Wonderlands of Asian Comics: la mostra dedicata alla cultura asiatica al Palazzo delle Esposizioni, che durerà fino al 21 gennaio 2018.

Una selezione di 281 tavole originali e 200 volumi di fumetti, creano un percorso all’interno della storia del fumetto asiatico, per la prima volta al mondo in una mostra.

Sono presenti inoltre facsimili digitali ad alta risoluzione, oggetti straordinari e le proiezioni di anime. Si incontrano inoltre pupazzi alti 3 metri e manichini che indossano vestiti ispirati ai manga.

Sensazionale è l’incontro con Mechasobi, il robot (mecha) interattivo di ultima generazione, che, tramite dei sensori, riproduce i movimenti del visitatore. Infatti mediante la tecnologia del body tracking, chiunque potrà dirigere i movimenti del macha. Un’esperienza molto divertente che unisce il gioco alla tecnologia.

Il Barbican Centre ha commissionato la speciale istallazione al necha designer Shoji Kawamori, famoso per il suo lavoro in Macross e per il cane robot AIBO della Sony.

La mostra è divisa in sei percorsi tematici, curati da Paul Gravett e da un team di oltre venti esperti. Colleziona opere provenienti da Giappone, Corea del Nord e Corea del Sud, India, Cina, Taiwan, Hong Kong, Indonesia, Malesia, Filippine e Singapore, e da paesi emergenti in questo settore come Bhutan, Cambogia, Timor Est, Mongolia e Vietnam.

Mangasia: Wonderlands of Asian Comics attraversa due secoli di storia del fumetto, dalle prime narrazioni per immagini: tra cui i primi libri illustrati indiani e le stampe ukiyo-e giaponesi . Sono presenti inoltre alcuni kaavad (i santuari portatili usati dai cantastorie del Rajasthan). Fino ai fumetti digitali: i webtoon per smartphone realizzati in Corea del Sud.

L’influenza della cultura asiatica nei paesi occidentali è notevole, se non tutti hanno mai letto un manga, almeno una volta si sono trovati a guardare un anime o un serie animata giapponese. Per non parlare di come questa ha ispirato il cinema americano, per citarne uno: Ghost in the Shell ha suggestionato Matrix e molti altre opere di fantascienza.

Nella mostra è possibile vedere infatti un’illustrazione di Ghost in the Shell e il 27 ottobre alle 21.00 l’anime di Mamoru Ishii del 1995 sarà proiettato all’interno di Mangasia: Wonderlands of Asian Comics.

La programmazione prevede inoltre il 19 ottobre Animeland Racconti tra manga, anime e cosplay, il 20 ottobre Nausicaa della Valle del Vento, il 21 ottobre Laputa il Castello nel Cielo, il 22 ottobre La tomba delle Lucciole, il 25 ottobre Akira, il 26 ottobre Pom Poko, il 29 ottobre Iprincipessa Mononoke alle 17 e alle 21 La città Incantata, l 31 ottobre Oltre le Nuvole: il Luogo Promessoci, il 1 novembre Paprika – Sognando un Sogno, il 2 novembre Arrietty il Mondo Segreto Sotto il Pavimento, il 3 novembre La Storia della Principessa Splendente, il 4 novembre Si Alza il Vento e il 5 novembre Your name.

Inoltre la mostra si caratterizza di visite, laboratori e incontri per bambini e ragazzi e di convegni con i maggiori esperti, disegnatori, sceneggiatori, editor e traduttori di manga attivi in Italia, in collaborazioni con la Scuola Romana dei Fumetti e del Romics.

 

Leave a comment