Dopo aver letto Flaiano - “Lo spettatore addormentato”, nessuno sano di mente avrebbe mai deciso di commentare uno spettacolo teatrale.
Nessuno che conosco, avendo visto un Lavia o un Garinei de no'artri sarebbe tornato volentieri a Teatro per vedere un qualsiasi spettacolo.

Si sa il Karma nella vita ti offre ogni tanto imprevisti ritorni e piacevoli sorprese. Eccomi quindi a citare Wallace, solo nel titolo per carità e a raccontarvi la mia giornata con la compagnia di “Tacchi misti”, lo spettacolo - commedia del regista Ferdinando Ceriani tratto dal libro 'Accessories' di Gloria Calderon Kennett in scena al Teatro Belli dal 12 Novembre al 1 Dicembre.

Parto dal Pigneto. Piove poco, ma per arrivare a Santa Maria in Trastevere l'unico sistema veramente pratico in una giornata così grigia a Roma è il mezzo pubblico, cioè il tram e quindi i miei piedi. Dopo una breve passeggiata fino a Piazza Santa Maria in Trastevere, dove mi accoglie calorosamente il regista Ferdinando Cerlani, mi accomodo nel backstage del teatro e vengo presentato alla compagnia.

Mentre la costumista è intenta negli ultimi ritocchi, e due attrici sono in ritardo sul trucco, tra ferri da stiro e camerini intasati di vestiti dai cambi abito delle attrici (ben cinque capi a testa!), chiedo se sono disponibili a rilasciarmi delle brevi interviste.

Valentina, una delle attrici, conserva ricordi d'infanzia di questo piccolo, antico e storico locale dove il prezzo del biglietto è oggi di 10 euro e sette in abbonamento.

Dopo neanche mezz'ora lo spettacolo è pronto a partire. Mi ritrovo in sala, dove riconosco molti volti della Roma dei salotti, tra cui Lino Patruno, emozionato come un bambino.
Mi aspetto uno spettacolo urlato, ma così non è. Un'incredibile carrellata di personaggi al femminile: donne indecise, amanti, vittime, ninfomani, nevrasteniche.    

Per novantacinque minuti assisto ai monologhi di sedici donne meravigliose e tragiche, avvolte in una commedia leggera, americana sì, ma universale, almeno per quanto riguarda noi europei.

Ho riso di gusto. Intelligente e raffinato il modo di raccontarlo con delle attrici veramente brave. Anche la più giovane, che nella versione da doccia, la fidanzata abbandonata (Silvia) colpisce e affonda un fidanzato alquanto smarrito. La donna incinta (Corinna) , il tutor del sesso (Valentina), la venditrice (Carla), sono tutti personaggi che non dimenticherete presto.

Quindi, tornando a Wallace, “una cosa meravigliosa che rifarei”.

Guarda qui le interviste e in diretta su Coffee And Cigarettes, martedi prossimo, il 19 novembre alle ore 13,00.

Daniele De Sanctis

Leave a comment